C’erano tutti i presupposti affinché diventasse una giornata memorabile con tanto di record della chiusura della mezza distanza in meno di un’ora ma il vento forte ha messo tutto in discussione e ha rimandato l’appuntamento. Una lotta contro il tempo e contro il vento, verrebbe da dire, che ha visto oltre 7000 atleti colorare il lungomare di Napoli e che tuttavia ha tradito di poco le aspettative degli atleti saliti sul podio. Il primo a chiudere la sesta mezza maratona partenopea è stato l’atleta eritreo Nguse Amsolom con il tempo di 1h02’09” seguito da Moses Kemei (Purosangue Athletics Club) che “veloce più del vento” ha chiuso in 1 h02’11” con uno sprint finale irripetibile dopo aver avuto testa per tutta la gara al connazionale keniano Ishmael Kalale che chiude in terza posizione con un eccellente tempo di 1h02’23”. Una gara emozionate e unica in una delle città più belle d’Italia che rimanda al prossimo anno l’appuntamento con il record #sottolora

Grazie a tutti per esserci stati e grazie per l’accoglienza a Napoli Running

Alla prossima edizione!