Purosangue, il cortometraggio scritto e prodotto nel 2012 da Massimiliano Monteforte, con la regia di Virginio Favale, ha ottenuto il Paladino D’oro, il premio più importante della 34^ edizione dello SportFilmFestival di Palermo, come migliore cortometraggio in concorso.

Un riconoscimento di prestigio, che ha visto  la pellicola della durata di 25′, promossa da Skyrunner, Maratona di Roma, New Balance, Acea, Aeffeventi, Radio Città Futura e Noi Sport, ricevere totale apprezzamento da parte della critica grazie ad un tema sempre attuale: attese e scomode verità del mondo del running.

Un progetto ambizioso, lo hanno definito i protagonisti, che ha l’intento di raccontare una realtà splendida come quella del running, ma anche di accendere i riflettori su un mondo, quello del doping, fin troppo sommerso.

Nel cortometraggio Purosangue s’incrociano i registri fondamentali di questa passione, nel bene e nel male: la fatica, la piaga del doping, la lealtà. E’ una storia che racconta come il mondo del podismo e del doping possano tragicamente incrociare le loro strade, ma soprattutto di come sia possibile allenarsi, gareggiare e vincere senza l’aiuto di sostanze illecite. Un film che lancia il suo messaggio ben preciso: NO al doping.

Purosangue ha ricevuto anche il premio per il miglior sound mixing (musiche originali di Carlos Sarmiento).

Dopo il “Paladino d’oro”, sempre come miglior cortometraggio, è arrivato anche il premio dell’Overtime Film Festival di Macerata, oltre alla partecipazione alla Selezione Ufficiale “SELECTED” degli “Sport Movies & Tv 2013 – 31st Milano International FICTS Fest”.