Con le alte temperature e gli intensi allenamenti nel periodo estivo, non c’è cosa migliore che immergere le gambe in acqua fredda a fine seduta, per ritrovare energia e vigore. Al mare o in montagna (e anche a casa come fanno Giulia ed Emiliano) dove trovate acqua fredda ghiacchiata, non abbiate paura, immergete le vostre gambe e godetevi un naturale recovery!

COSA AVVIENE
Normalmente, l’improvvisa esposizione al freddo e il successivo ritorno alla temperatura ambiente genera un effetto prima di vasocostrizione con un aumento di sangue nella parte del corpo immersa poi una vasodilatazione. Questo meccanismo favorisce un afflusso del sangue “arricchito” dal cuore alle estremità capace di:

  • Rifornire i tessuti di ossigeno e substrati energetici;
  • Rimuovere velocemente metaboliti tossici come l’acido lattico.

A COSA SERVE

  • Sindromi da affaticamento;
  • Sindromi miofasciali (dolore muscolare con rigidità dell’area, spasmi e debolezza).
  • Favorisce e velocizza una guarigione degli infortuni sportivi.