Il tempo è un argomento fondamentale per i runners. Tutto dipende da questa parola magica, tuttavia non tutti hanno la capacità di rilevarlo e gestirlo. Lo sa bene il coach Max Monteforte che nel corso degli anni, si è relazionato con centinaia di atleti sempre pronti a guardare il cronometro senza capire la rilevazione del tempo. Eppure, ormai siamo consapevoli, organizzare, programmare e misurare sono tre aspetti importanti per allenarsi in modo professionale e sicuro. Leggendo quanto pubblicato questo mese sulla rivista Correre, il Coach Max non ha dubbi: “misurare non è semplice ma la matematica e le tabelle possono venirci d’aiuto” ed ecco che ci presenta una “legge”  “madre di tutti i contenuti”: la costante nel ritmo di allenamento che dobbiamo gestire. “Imparare a seguire un ritmo di riferimento e riuscire a mantenerlo costante ogni 100m, infatti, è una garanzia per apprendere come gestire le proprie energie, qualità tecnica fondamentale quando ci troveremo in gara al fine di raggiungere gli obiettivi prefissati – evidenzia Monteforte –  Per essere costanti possiamo sfruttare una serie di strategie mentali, sempre nell’ottica che allenare la mente è il punto di partenza per allenare il corpo”
ESSERE COSTANTI. COME SI FA?
Leggetelo qui