Gli esercizi di mobilità articolare hanno un ruolo chiave sulla muscolatura degli atleti, soprattutto per gli amatori che trascorrono la gran parte del loro tempo tra lavoro e in macchina, assumendo spesso una postura errata, sottoponendo così i muscoli ad uno stress eccessivo.

STRESS MUSCOLARE
Una postura errata insieme ad altre cause come uno stress eccessivo, un allenamento intenso e ripetuto nel tempo, etc… possono  determinare  traumi e lesioni. Non dimentichiamo, infatti, che un muscolo cronicamente contratto non è più in grado di svolgere la propria attività in maniera ottimale, andando incontro ad un indebolimento funzionale.
La flessibilità è l’unica qualità fisica che, se non allenata costantemente, regredisce già dopo i 10 anni di età.

I PROFESSIONISTI
Chi da uno osteopata, chi da un fisioterapista, tutti noi ci siamo sentiti dire che abbiamo, in gradi diversi, delle zone contratte che creano schemi di movimento errati, esempio: spalle alzate, schiena curva, testa china che in alcuni casi diventano veri e propri atteggiamenti posturali consolidati o addirittura patologie.
Per risolvere una situazione così compromessa serve l’esperienza dei professionisti del settore che, con tecniche manuali e con la definizione di un allenamento mirato, possano aiutare a restituire una certa flessibilità al nostro apparato muscolare.

COSA POSSIAMO FARE
Dal nostro canto, è importante non dimenticare lo stretching e gli esercizi di allungamento. Con gli esercizi di allungamento consentiamo alle fibre muscolari che si sono accorciate con il tempo, di ritornare alla loro lunghezza naturale. E’ bene includere all’interno della nostra routine di corsa anche delle sessioni di allungamento e flessibilità che possano sollecitare nel modo corretto le articolazioni, la muscolatura e portare particolare attenzione alla postura.
Un valido aiuto per aumentare il livello di flessibilità  è dato dal pilates e dallo yoga.

QUALI MUSCOLI ALLUNGARE:

  • allungamento della catena posteriore (ischiocrurali);
  • estensione della colonna;
  • apertura delle anche;
  • mobilità del busto;
  • allungamento dell’ileo-psoas;
  • apertura delle spalle.

http://https://www.youtube.com/watch?v=uC9GyZKLbvs