Se dico melone penso subito all’estate! Dolce, profumato e fresco. Vi è venuto in mente il classico abbinamento con il prosciutto?

La cosa più difficile con il melone è sceglierlo bene al momento dell’acquisto: un melone maturo al punto giusto deve essere compatto, con la buccia intatta, senza ammaccature o parti più morbide. Deve essere profumato, perché se non sa di nulla è acerbo, ma non troppo, altrimenti è troppo maturo.

Per più del 90% composto d’acqua e ricco di sali minerali, soprattutto potassio, il melone è ottimo per rinfrescarsi e riprendersi dalla calura estiva. Possiede poi una elevata quantità di composti antiossidanti e antinfiammatori (molta vitamina A sotto varie forme e vitamina C).

Siamo abituati a gettare i semi, eppure questi sono commestibili e con un buon contenuto di acidi grassi (omega 6 e omega 3). Liberateli dei filamenti, sciacquateli e provate a tostarli in padella o in forno per alcuni minuti. Si possono mangiare come stuzzichino o aggiungere come condimento per insalate o primi piatti freddi.

In collaborazione con Proeat e la Dott.sa Rita Rotili